21 km tra le bellezze della capitale illuminate dalla luna

Prima della gara

Parto alla volta della capitale con un discreto anticipo onde evitare eventuali contrattempi lungo la via e alle 20 raggiungo il parcheggio di Villa Borghese; ritirato il pettorale alla terrazza del Pincio mi preparo alla gara e raggiungo Piazza del Popolo dove si trova la partenza.

A 20 minuti dal via comincio un blando riscaldamento e, quando sono ormai a ridosso dello start, prendo posizione individuando i palloncini dei Pacer che intendo seguire; visto che rientro da una lunga pausa estiva, non ho grosse velleità e il mio obiettivo principale è solo quello di godermi il percorso però voglio comunque fissare un limite alla mia andatura... 

La gara

Lo start viene dato con qualche minuto di ritardo ma quando partiamo è subito una festa: il pubblico che assiste ci acclama e ci saluta a gran voce per cui il primo km, tra l'altro caratterizzato da un bellissimo e suggestivo passaggio a Piazza di Spagna da Via Condotti, scorre via in un lampo!

Di lì a breve ci attende un passaggio su Via Nazionale e poi un altro che vale da solo la partecipazione a questa gara: sbuchiamo su Piazza Venezia proprio di fronte all'Altare della Patria e dai Fori Imperiali raggiungiamo il Colosseo per poi arrivare al Circo Massimo (dove tra l'altro sono in corso le prove per il concerto dei TheGiornalisti). Abbiamo percorso solo 5 km e abbiamo già toccato alcuni dei monumenti più rappresentativi della capitale, tra l'altro in notturna ancora più belli e suggestivi!

Come immaginavo i palloncini arancioni che intendevo seguire durante la gara sono ancora ben lontani ma conto comunque di raggiungerli nei prossimi km...

Nel frattempo ci ritroviamo nuovamente a Piazza Venezia e poi sul Corso; svoltiamo quindi verso il Lungotevere per poi proseguire per diversi km lungo le sponde del fiume. Alcuni tratti un po' fuori dal centro si rivelano scarsamente illuminati ma il percorso è comunque chiuso al traffico e ottimamente segnalato per cui questo non dà grossi problemi...anche se la temperatura è perfetta ad ogni ristoro mi idrato comunque in abbondanza e, quando sono oltre il km 15, comincio già a calcolare se riuscirò a chiudere nel tempo che mi ero prefissato: la mia andatura per adesso è perfetta però c'è l'incognita della salita finale al Pincio che potrebbe farmi rallentare parecchio... staremo a vedere alla fine quanto saranno ancora fresche e reattive le mie gambe!

Dopo un ampio giro in zone più periferiche della capitale ecco che torniamo piano piano verso l'arrivo: una volta raggiunto Viale Tiziano passiamo affianco allo Stadio Flaminio e da qui raggiungiamo l'omonimo Piazzale prima di entrare dentro Villa Borghese per affrontare la salita finale!

Attraverso i vialoni del parco sbirciando più volte il tempo sul mio Garmin e ipotizzo che, con uno sforzo nel finale, dovrei riuscire a rientrare nel tempo che mi ero prefissato dall'inizio; la pendenza si fa sentire ma, dopo oltre un km e mezzo, per fortuna l'ultimo tratto è in discesa e ho quindi modo di accelerare fino al traguardo dove arrivo quasi in volata pronto a conquistare la mia medaglia! 

Dopo la gara

Subito dopo la medaglia prendo il pacco ristoro e in pochi minuti lo saccheggio letteralmente: prima bevo una bottiglietta di una bevanda isotonica, poi mangio una crostatina e una mela, infine, sorso dopo sorso, finisco anche un'intera bottiglietta di chinotto! La serata è fresca ma ho comunque perso molti liquidi e sento quindi il bisogno fisico sia di reidratarmi che di immagazzinare un po' di zuccheri...

Mi dirigo quindi alla macchina per tornare con calma verso casa stanco ma soddisfatto per un'altra bella corsa nel sempre magnifico scenario offerto dalla capitale!


Condividi questa pagina via:

Altimetria percorso

Altimetria percorso

Video cronaca