42 km di corsa sono una grande impresa alla portata di tutti

Maratona per tutti - Stefano Baldini

Con uno stile molto colloquiale ed amichevole Baldini guida il lettore nella preparazione della sua prima maratona dispensando consigli preziosi e suggerimenti per evitare i problemi che possono insorgere in questo tipo di gara.

Il libro è suddiviso in capitoli che trattano ciascuno un differente argomento:

  • Introduzione
  • Perché correre è bello
  • Cosa serve per iniziare
  • Prepararsi alla gara
  • La gara
  • Come mi alleno io
  • Le maratone

Senza entrare nello specifico dei singoli capitoli mi limito a dire che la prima parte è un autentico spot per la corsa in quanto Baldini descrive, con il trasporto e la passione tipica di chi ama questo sport, il grande benessere e giovamento per la salute che comporta la sua pratica. Si sofferma quindi a descrivere il ritratto tipico del corridore amatoriale e sfido qualunque runner a non riconoscersi nella sua descrizione!

Correre è bello perché è l'elisir di una vita migliore.
Una ragionevole attività fisica è il segreto per vivere meglio ogni giorno della nostra vita.
Non ho le competenze per sapere se chi corre vive più a lungo. Però so per certo che chi corre vive meglio ogni giorno della sua vita

Dopo aver snocciolato i motivi per cui ci si dovrebbe dedicare con costanza ed assiduità alla corsa, Baldini passa quindi ad elencare quelli per i quali si dovrebbe passare alle gare; anche qui chi ha già partecipato a delle competizioni ritroverà le proprie motivazioni ed i propri obiettivi.

Sei di cattivo umore? Sul lavoro hai avuto solo grane? Una bella corsa serale avrà un effetto rilassante: ti rimetterà in sesto per il giorno dopo, garantendo una serata più serena e suggerendoti, nei casi più fortunati, anche qualche soluzione per i problemi del giorno precedente. A me è successo un sacco di volte.

A questo punto il libro prosegue con una sezione più tecnica in cui partendo dalla piramide di Lydiard si arriva a presentare delle tabelle di allenamento suddivise per settimane e per obiettivo (arrivare in fondo, finire la maratona in meno di 4 ore, finire la maratona in meno di 3 ore e mezza, ...) e poi a descrivere la preparazione alla gara vera e propria.

Dopo un rapido excursus sulla storia dell'atleta Baldini dalle prime gare di fondo e mezzo fondo fino alla vittoria di Atene, si passa quindi a parlare di cosa serve per essere un maratoneta.

C'è quindi una sezione dedicata all'allenamento dei top runner in cui Baldini scende nel dettaglio di un programma di allenamento specifico da lui stesso seguito; va detto che questa parte è interessante per capire quali sono i ritmi d'allenamento dei professionisti ma il programma descritto non è assolutamente applicabile all'amatore.

Il libro termina quindi con una carrellata delle più famose maratone al mondo descritte sinteticamente nelle loro caratteristiche principali.

In conclusione il libro è sicuramente un valido supporto per quanti hanno intenzione di cominciare a preparare la prima maratona della propria vita; oltre ad offrire spunti di allenamento fornisce consigli di vario genere e suggerimenti che possono essere utili anche per prepararsi, soprattutto dal punto di vista psicologico e mentale, ad affrontare la regina delle corse su strada.



Condividi questa pagina via: