10 km di saliscendi dentro e fuori le mura del borgo di Sangemini

Prima della gara

Arrivo a Sangemini con largo anticipo rispetto all'orario di partenza e questo mi permette di trovare posto nel parcheggio antistante l'arco di ingresso al paese e di iscrivermi con tutta calma; dopo aver ritirato il pettorale mi concedo anche una sosta al bar per un caffè e un provvidenziale passaggio in bagno...

Dopo essermi preparato ed aver atteso un po' in auto mi decido infine a tornare in zona partenza dove, anche per difendermi dal freddo della mattinata, comincio un po' di riscaldamento tra le vie del paese; la giornata, per essere dicembre, è bellissima ma all'ombra la temperatura è piuttosto bassa per cui un po' di movimento prima del via non guasta...

Quando lo speaker raduna tutti i corridori di fronte all'arco della start line mi allineo anche io e mi preparo mentalmente a questa gara che, in virtù delle caratteristiche del paese, non sarà sicuramente facile...

La gara

Quando viene dato il via partiamo compatti verso l'arco di ingresso al paese; appena usciti ci ritroviamo sulla strada provinciale e le manovre diventano più agevoli... la discesa iniziale tra l'altro spinge ad andare forte e, favorito dalla pendenza favorevole, non esito ad allungare il passo!

Com'era lecito aspettarsi, dopo la discesa, ci aspetta un'inevitabile salita che ci riporta di nuovo dentro il paese attraverso un passaggio in un colonnato un po' stretto ma molto suggestivo; una volta usciti ci ritroviamo tra le strette vie del paese e da qui raggiungiamo la piazza da cui siamo partiti per continuare quindi a sinistra ancora in discesa.

Lascio andare le gambe più che posso e mi godo lo splendido panorama alla mia destra che si apre sulla vallata; quando termina la discesa ecco che incrocio i corridori in testa alla gara: per il giro di boa però io devo proseguire ancora per diverse centinaia di metri... dopo aver invertito a mia volta il senso di marcia, ritorno anch'io verso il paese per affrontare l'ennesima salita che mi riporta ancora una volta di fronte all'arco di ingresso e al primo ristoro.

Qui in parte si ripete il giro già percorso ma stavolta con una variante che ci porta dapprima giù fino al cimitero del paese e poi di nuovo su per rientrare dentro le mura per un primo passaggio sotto il traguardo; una volta che l'ho oltrepassato ecco che mi ritrovo quindi sul percorso già solcato, stavolta però con ben in mente tutti i saliscendi che mi aspettano!

Appena mi ritrovo sulla discesa che ho già percorso di fronte a me due donne cominciano a darsi battaglia per il podio; le tallono per diversi minuti, faticando non poco per tenere il loro passo, e alla fine, sull'ultima salita, una delle due allunga il passo andondosi a guadagnare il secondo posto assoluto tra le donne.

Subito dopo l'arco io tento invece un ultimo sprint nel tentativo di riacciuffare qualche corridore che mi precede; riesco a raggiungerne un paio ma un altro è troppo veloce e lo vedo quindi tagliare il traguardo qualche metro prima di me.

Dopo la gara

Subito dopo la finish line mi piego sulle ginocchia facendo ampi respiri per recuperare il fiato speso nell'ultimo tratto dopo di che mi reco al ristoro per mangiare qualcosa, prendere un tè e ritirare il pacco gara, due manicotti che potrebbero senz'altro tornarmi utili durante le corse invernali.

Appena comincio a sentire di nuovo freddo mi dirigo quindi verso l'auto e, dopo aver atteso la riapertura della strada a seguito del passaggio dell'ultimo corridore, me ne torno con calma verso casa godendomi ancora il bel sole di questa bellissima domenica di dicembre!


Condividi questa pagina via:

Altimetria percorso

Altimetria percorso

Video cronaca