Un fantastico trail con continui saliscendi tra le vigne del Sagrantino

Prima della gara

La giornata si preannuncia splendida con una temperatura perfetta per correre; il parcheggio sotto il paesino di Bevagna è già quasi al completo ma riusciamo a trovare comunque un posto libero per l'auto...

Siamo in largo anticipo rispetto alla partenza per cui ce la prendiamo comoda per prepararci e a mezz'ora dallo start cominciamo un blando riscaldamento per poi salire verso la piazzetta da cui partiremo.

La gara

Dopo il controllo della temperatura entriamo nella griglia di partenza in attesa del via; qualche minuto di attesa, un breve discorso del sindaco ed ecco lo sparo che segna l'inizio della gara!

Poche centinaia di metri e usciamo dal paese tra gli applausi dei presenti per girare quindi a sinistra lungo una bella ciclabile che costeggia un piccolo corso d'acqua; i primi 4 km li percorriamo in piano lungo questo bel tratto di strada asfaltata che attraversa la campagna: sicuramente un ottimo riscaldamento prima di affrontare le numerose salite che ci attendono!

Al termine della ciclabile attraversiamo uno scenografico ponticello per raggiungere infine i primi vigneti... e qui si comincia subito alla grande: sulla destra riconosco infatti la facciata dell'azienda Arnaldo Caprai, senz'altro uno dei nomi più importanti della zona di Montefalco! Risaliamo la strada principale che conduce alla cantina per raggiungere il primo ristoro e proseguire quindi nuovamente in mezzo ai vigneti dove ci attende un'altra gradita sorpresa: al termine della salita infatti la nostra corsa è accompagnata dalle dolci note di una violinista... prima di lasciarmela alle spalle applaudo la sua performance per poi affrontare una ripida discesa dove procedo con cautela visto il terreno un po' umido.

Subito dopo mi attende un'altra salita in mezzo ai vigneti; mentre corro allungo lo sguardo intorno a me godendomi i fantastici panorami offerti dalla campagna circostante: per fortuna i caldi colori dell'autunno esaltano il paesaggio e rendono un po' meno dura la fatica!

Continuando lungo il percorso i saliscendi si susseguono uno dopo l'altro; inizialmente mi sforzo di correre anche sulle salite ma alla seconda lunga ascesa mi vedo costretto a camminare per non affaticare troppo le mie gambe, purtroppo ancora ben lontane dalla forma migliore per affrontare trail particolarmente impegnativi...

Dopo l'attraversamento della frazione di Montepennino col susseguirsi dei saliscendi comincia anche una lunga carrellata di passaggi tra le cantine del Consorzio di Montefalco: particolarmente suggestivo il ristoro della Cantina Fongoli con una rapida visita di una piccola barricaia seguito da quello della Cantina Antonelli San Marco: al ristoro non riesco a rifiutare il bicchiere di vino offertomi da una volontaria per cui colgo l'occasione per fare una breve pausa e accompagnare la bevuta con una fetta biscottata con la marmellata! Per fortuna il vino che mi è stato offerto è dolce e non secco per cui lo bevo senza troppi problemi auto convincendomi del fatto che possa anche essere un buon modo per aumentare le mie scorte di zuccheri in vista della fatiche che mi attendono...

Quando riprendo la corsa ricominciano i saliscendi tra i vigneti con splendidi panorami sulla campagna circostante; mi guardo intorno più volte per cercare di catturare quanti più particolari possibili dei fantastici paesaggi esaltati dal caldo sole di oggi! La fatica comincia a farsi sentire ma la parte peggiore del percorso dovrebbe essere ormai passata per cui stringo i denti e, passo dopo passo, vado avanti attraversando una dopo l'altra le cantine che trovo lungo il percorso: dopo la Cantina Borgese raggiungo le Cantine Briziarelli e qui, dopo un veloce ristoro a base di coca cola e un pezzo di banana, affronto con rinnovata energia la parte finale della gara con la speranza di aver ormai lasciato alle spalle tutte le salite.

Purtroppo non è ancora così: dopo una veloce discesa in mezzo all'ennesimo vigneto infatti continuiamo a scendere lungo una vasta vallata ma poi ci attende un'altra (per fortuna l'ultima!) salita; le mie gambe sono ormai allo stremo per cui la affronto camminando per poi lasciarle andare sulla successiva discesa... quando raggiungo la strada asfaltata sono ormai al km 23 e vedo a breve distanza il paesino di Bevagna per cui comincio a pensare che, forse, i km finali saranno meno dei 26 previsti... l'idea non mi dispiace affatto e, quando sono sul rettilineo finale che mi riporta al punto di partenza, la mia supposizione diventa una certezza! Quando già vedo in lontananza l'arco iniziale però l'implacabile gesto di uno dei volontari mi indica di svoltare a sinistra facendomi capire che, per raggiungerlo, dovrò fare un ulteriore giro tra le vie del paese...

Per fortuna siamo ormai alle battute finali per cui conitnuo la mia corsa seguendo da vicino una coppia di corridori che mi precede; dopo una bel passaggio all'interno di un caratteristico fontanile proseguiamo tra le vie del borgo raggiungendo infine il traguardo tra gli incitamenti e gli applausi dei presenti!

Dopo la gara

Ricevo subito la bella medaglia dell'evento e recupero le forze con una bevanda energetica offerta dagli organizzatori; mi reco quindi alla zona ristoro dove ritiro una bottiglietta d'acqua e un panino con la porchetta che mi impegno a custodire gelosamente fino al rientro a casa...

Mi sento meno stanco del previsto e torno quindi verso l'auto con la speranza che, trail dopo trail, stia lentamente riprendendo un po' di allenamento sulle salite per poter affrontare di nuovo un ultra nel 2022 dopo la lunga pausa dovuta alla pandemia: la scelta di gare per il prossimo anno non manca ma quello che mi serve è senz'altro il giusto allenamento!


Condividi questa pagina via:

Altimetria percorso

Altimetria percorso

Video cronaca